Area Circo

Questo post è stato originariamente pubblicato su Libernazione, un blog canaglia come pochi.

A Milano, come probabilmente in tutte le città d’Italia e in gran parte del mondo semicivilizzato, ci sono sempre due fazioni contrapposte, su qualunque questione: ciclisti contro automobilisti, meridionali contro ex-meridionali, fighetti contro gente normale, centri sociali contro fasci, residenti in Zona 1 contro le forze del bene. Su Area C, il confronto vede da un lato

  • gente che vuole entrare con la macchina in centro di giorno gratis;
  • gente che non sa come interagire con un tram;
  • gente il cui negozio in centro ha solo clienti che appartengono alle precedenti categorie;

contro

  • gente che usa i mezzi pubblici e ogni giorno trova una macchina parcheggiata sui binari;
  • gente che usa la bicicletta e attende con serenità il giorno in cui una portiera vagante lo manderà all’altro mondo;
  • gente che va a piedi e a cento metri dal sagrato del Duomo trova già le macchine parcheggiate sulle strisce.

Come forse già saprete, il ticket è stato sospeso per via di un ricorso, presentato dai gestori di un fondamentale parcheggio a quattrocento metri dal sagrato del Duomo. Stabilito che gli esercenti hanno tutto il diritto di tutelare i loro interessi economici e la redditività dell’accordo imprenditoriale di scambio finanziario-spirituale stretto con note entità soprannaturali in tempi non sospetti, così come gli automobilisti hanno tutto il diritto di seguire la Santa Messa dal sedile passeggero, è forse il caso di rivedere in poche righe i concetti alla base del provvedimento e la situazione dei trasporti milanesi, spesso definita disastrata dagli abitanti, goffa e confusa dai visitatori esterni, e “non capisco il problema” dai romani, a beneficio delle persone disagiate che utilizzano l’automobile come mezzo di trasporto cittadino.

  • A Milano ci sono i tram. I tram viaggiano sui binari.
  • A Milano ci sono i filobus. I filobus sono come gli autobus ma seguono i fili sospesi.
  • A Milano ci sono i marciapiedi. I marciapiedi sono dei piani rialzati rispetto alla carreggiata, costruiti per consentire la circolazione dei cosiddetti pedoni.
  • Se abiti a Rogoredo (fermata metro M3) e prendi la macchina per andare in Duomo (fermata metro M3), scegliendo di parcheggiarla in una struttura a pagamento in Largo Corsia dei Servi, hai bisogno di una badante.
  • I mezzi pubblici sono spesso lenti e inefficienti per via delle troppe biciclette che invadono le strade della cerchia dei Bastioni. Ho detto biciclette? Volevo dire persone come te.
  • “Prima bisogna potenziare i mezzi pubblici, poi le macchine diminuiranno” è come dire che prima puoi dare la tua autorevole opinione e poi capirai il concetto di causa-effetto.
  • “Il comune fa cassa a spese degli automobilisti”. Mica giusto. Abbiamo automobilisti, ciclisti, pedoni: facciamo che paga di più chi ha più soldi? No, comunismo. Facciamo che paga di più chi inquina di più? No, ambientalismo un po’ comunista. Facciamo che paga di più chi occupa più suolo pubblico? Chi fa più rumore? Chi provoca più incidenti? Chi arriva ultimo in Ticinese? Non lo so, dimmi tu.
  • I parcheggi per disabili dovrebbero essere riservati a disabili e futuri tali.
  • Hai un SUV? Di che ti lamenti? Per cinque euro ti fanno entrare ed è già tanto che non ti scortino direttamente nel più vicino reparto di Psichiatria.

3 commenti - “Area Circo

  1. Chi ha scritto questa spazzatura è lui che deve andare in psichiatria.

    Si vuole solo spaccare in due la città e fare una guerra assurda..

    Poi ci si lamenta che non siamo produttivi e che la Fiat non vende o che c’è disoccupazione, o che non si fa ricerca o che IL COMUNE DI MILANO E’ IN STRA ROSSO COI BILANCI E CONTINUA A SPRECARE E DILAPIDARE PER ACCONTENTARE CHI PRETENDE RECINTI PER PECORELLE E PISTE CICLABILI, ANCHE AL POSTO DI PARCHEGGI PUBBLICI IN PROSSIMITA’ DELLE FERMATE MM.

    Ma pedalate và, come si è sempre fatto in tutto il mondo, se fa caldo e sudate chiamate pisapia, vi farà COI SOLDI DELLA CITTA piste ciclabili chiuse con aria condizionata!!

    SVEGLIA CITTADINI FERMIAMO QUESTI FOLLI!!

  2. La città è già spaccata in due da tempo, e io e te siamo avversari. Quando torni di là, riferisci che la Fiat è in perdita da quando io ho memoria e se bastasse togliere Area C per salvarla non sarebbe ugualmente un motivo sufficiente. Dì anche che hai bisogno di qualche lezione di bilancio, se hai voglia. Ah, e se puoi ricorda a tutti che i cittadini da voi svegliati hanno votato la congestion charge con un referendum, appunto, cittadino. A presto.

  3. Il dibattito è molto vivace, per usare un eufemismo :) Ho appena scoperto questo blog. Mi sono iscritta ai feed RSS, continuo a seguirvi!

Commenta