Link: Hollywood Party: soldino: Ieri collega S. mi ha detto “mi stupisco che tu non abbia…

soldino:

Ieri collega S. mi ha detto “mi stupisco che tu non abbia letto Cinquanta sfumature di grigio, è proprio un bel libro, è tutto quello che le donne vogliono, come dice la quarta di copertina”.

Premettiamo che S. pensa che Andrea Bocelli sia un finto invalido e che ci veda benissimo, io ho inclinato la testa dicendo “ah sì, beh magari me lo presterai un giorno”, cercando di mettere fine a quella dolorosa conversazione.

Tuttavia la mia testolina era stata catturata dalla frase “tutto quello che le donne vogliono”. Quindi mi sono informata. In realtà sulla quarta di copertina c’è scritto “Quello che ogni donna vuole. Ovviamente.” The Guardian. Mica Metro o Leggo che te li danno gratis fuori dalla stazione di Santa Maria Novella. The Guardian aveva spesso queste solenni parole pure per me. Dunque, già quelli che parlano a nome mio mi fanno incazzare, figuriamoci se mi infili in questo sondaggione arbitrario riguardo quello che voglio.

Però che ne so, magari nel libro c’è qualcosa che potrei volere. Quindi mi sono letta un po’ di plots in rete. Ne emerge che il desiderio di ogni donna (sempre secondo Il Guardiano -di stocazzo-) sia trovare un uomo bello, molto bello; ricco, tanto ricco; potente, troppo potente che ha il pallino di volerti menare a letto. Che uno dice vabbè, sesso e schiaffoni ci sta. No. Non così in fretta. C’è un contratto con delle regole, c’è una stanza delle torture, ci sono dei limiti assoluti e c’è un accordo di riservatezza. Ora io non ho capito bene, perché i riassunti non li sa fare nessuno, ma pare che questa cosa dell’essere menata a lei non piaccia. Pare che lei vada pazza per il sesso alla vaniglia [che io ho pensato ai Bon Bons di Malizia e ho un problema ma vabbè]. Ciononostante questa ragazza accetta il contratto e tutte le regole ma cambia dei limiti perché non vuole certe cose. Non le sembrano normali. Eccerto invece il resto sì. Insomma poi finisce che [SPOILER] lui accetta la vaniglia, lei non si crede abbastanza e lo lascia. 

Adesso, Guardiano, veniamo a noi. Io non so lì a Inghilterra come sono abituate le donne, ma personalmente quello che voglio è: mangiare Nutella e dimagrire. Più Nutella mangi e più dimagrisci. Come lo Slim Fast di Marisa Laurito. Vorrei essere molto più stronza rispetto alla fessa che sono, così che magari per una volta non casco dalle nuvole. Vorrei bastimenti di autostima, che non è mai troppa. Vorrei non  essere attratta da tutto ciò che è enigmatico e criptico. Vorrei un po’ di semplicità. Vorrei che giocassimo a ruba mazzo con le carte scoperte piuttosto che perdere a una partita a scacchi giocata bendata. Vorrei che tutti chiamassero le cose con il loro nome. Per quanto riguarda le relazioni a me del bello ricco e potente non è mai fregato molto. Poi però i vorrei qui sono troppi e poi si dice che Soldino è a alto mantenimento e sticazzi.

Insomma, no cara collega S., io 50 sfumature di grigio non lo leggo e mai lo leggerò perché già mi incazzo con le recensioni.