Il titolo più brutto del mondo / Premio narrativa

Ogni tanto ricevo segnalazioni di titoli nel classico stile "e muore" di Corriere.it, che tante gioie ci ha dato in passato. Spesso non le uso perché alla lunga il gioco diventa un po' banale, ma alcuni meritano davvero di essere aggiunti all'elenco dei più spettacolari.

Il titolo più brutto del mondo

I titoli che finiscono con "e muore" sono sempre i miei preferiti.

Il titolo più brutto del mondo

Le lezioni di inglese stanno andando meglio del previsto.

Il titolo più brutto del mondo

Chi vincerà? Si accettano scommesse.

Il titolo più brutto del mondo

Quel "muore" alla fine è meraviglioso.

Il titolo più brutto del mondo

Oh - mio - Dio, le offre uno spinello? Non ci si può più fidare nemmeno degli zii stupratori.

“Si fanno giacche anche con la pelle dei clienti”

I piloti italiani devono essere davvero scarsi.

Il titolo più brutto del mondo

Tanto per cambiare, tocca di nuovo a Repubblica: nell'episodio di oggi, il titolista cerca di dare un'impronta narrativa al suo lavoro, ma l'esiguità dello spazio a disposizione e la scomparsa di un "di" lo trasformano in una via di mezzo tra un titolo inutilmente lungo e un telegramma sfigato.

Il titolo più brutto del mondo

Bisogna iniziare una grande gara tra i giornali italiani, quella per il titolo più brutto. Oggi vincerebbe Repubblica.it, con questo capolavoro inguardabile: